Sample image Sample image Sample image Sample image Sample image Sample image   

Auguri Presidenti OAPPC/Consiglio di Disciplina In evidenza

Gentile collega,

nell’approssimarsi delle festività natalizie, desideriamo rivolgerTi un pensiero di augurio, insieme ai rispettivi Consigli dell’Ordine e di Disciplina con cui condividiamo l’impegno e lo spirito di servizio cui siamo chiamati.
 
La recente nomina alla guida dei due Consigli, ci rende particolarmente orgogliosi e grati nei confronti di tutti coloro che hanno riposto fiducia nel nostro operato e, allo stesso tempo, consapevoli del compito affidatoci per rappresentare e valorizzare al meglio la nostra professione.
 
Per noi è importante, nonostante il periodo complicato, proseguire nel lavoro già avviato dai precedenti Consigli, provando anche nuove strade per riprendere una normalità che riporti i nostri Colleghi ancora più motivati e vicini alla vita dell’Ordine. Il contributo di ogni iscritto è valore aggiunto per ogni azione indirizzata a promuovere la crescita e l’evoluzione della nostra categoria attraverso quella che abbiamo definito la “casa di tutti”. Una casa che deve accogliere, nel rispetto dei doveri istituzionali e morali di ciascun componente.
 
Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una radicale trasformazione degli Ordini, ai ruoli meramente istituzionali si sono aggiunti obblighi e adempimenti burocratici, allineandoli alle grandi amministrazioni dello Stato, con la definizione di “Enti pubblici non economici”. Non beneficiando dei contributi della finanza pubblica e investiti di un ruolo scomodo nell'attuazione dei nuovi compiti, osserviamo il rallentamento delle iscrizioni a fronte di un aumento delle cancellazioni di colleghi per problematicità prevalentemente lavorative.
 
Il nostro impegno vuole essere quello di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per evitare queste spiacevoli interruzioni, per trovare insieme prospettive che ci diano forza e vivacità per sostenerci vicendevolmente. Ciò ci rammarica profondamente, insieme allo scomodo obbligo di sollecitare alcuni ripetuti ritardi di pagamento delle quote annuali, ma siamo in dovere di palesare una situazione che negli ultimi anni è divenuta consuetudine, che mette in difficoltà la gestione primaria di tipo economico ed amministrativo dell’Ordine, impedendoci di rispettare gli impegni di spesa essenziali, indicati nel bilancio di previsione. Comprendiamo le difficoltà di ciascuno ma confidiamo nell'aiuto reciproco, nel rispetto delle regole e del nostro codice deontologico che ritiene grave illecito disciplinare il mancato versamento della quota.
 
Siamo certi che insieme possiamo, ognuno adempiendo alle proprie responsabilità, salvaguardare il patrimonio culturale, professionale ed amministrativo del nostro Ordine e questo potrà accadere solo sentendoci uniti negli obiettivi, lavorando tutti e contribuendo per realizzare prospettive comuni.
 
Nella convinzione che leali e uniti si possono raggiungere traguardi ambiziosi e che le difficoltà spesso aiutano a comprendere quale sia la strada da seguire per superarle, giunga, da parte dei sottoscritti e dei Colleghi del Consiglio dell’Ordine e del Consiglio di Disciplina, a Te e alla tua famiglia l’augurio più sincero per un Natale di serenità e un Nuovo Anno più clemente e proficuo.