Sample image Sample image Sample image Sample image Sample image    Sample image  

Authority Virtual Company PASSport In evidenza

La Legge 30 ottobre 2013 n. 125, di conversione del DL n.101/2013, ha stabilito che dal 1 gennaio 2014 la verifica dei requisiti negli affidamenti di lavori, servizi e forniture di importo superiore a 40.000 euro, venga eseguita dalle Stazioni Appaltanti esclusivamente mediante il sistema AVCPASS (Authority Virtual Company PASSport).

Il sistema, introdotto dalla deliberazione dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP), in attuazione al D.Lgs. 163/2006 (Codice dei Contratti) che obbliga le stazioni appaltanti e gli enti aggiudicatori a verificare il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico, organizzativo ed economico finanziario, per la partecipazione alle procedure disciplinate dal Codice, esclusivamente attraverso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, istituita presso la stessa Autorità.

Rimangono esclusi da questo obbligo soltanto gli appalti svolti attraverso procedure gestite con sistemi telematici o con sistemi dinamici di acquisizione o mercato elettronico, nonché appalti di settori speciali. Il sistema, che dovrebbe garantire vantaggi per gli operatori del ciclo di affidamento dei contratti pubblici disciplinati dal Codice dei Contratti, oltre a garantire maggiore trasparenza e snellimento delle procedure, sicuramente, almeno nella fase iniziale, potrebbe comportare una serie di problematiche tipiche di un sistema innovativo.

Il nostro Consiglio Nazionale ha assicurato di monitorare tutti gli effetti del sistema e di fornire supporto per eventuali quesiti sull’argomento; nel frattempo ha predisposto un Vademecum (allegato alla presente).

 

 

Download allegati: